Arriva Pinocchio in dialetto lodigiano

pinocchio
  • «Il dialetto ha sempre esercitato su di me un fascino speciale: l’illusione forse di tornare bambino, ai detti di mio padre e di mia nonna. Mi interrogai su come recuperarlo e valorizzarlo (…).»

Così racconta Tranquillo Salvatori, poeta amante del dialetto, premiato più volte al concorso “Francesco De Lemene” di Montanaso Lombardo e autore della traduzione della Divina Commedia in dialetto lombardo che lo ha portato agli onori della cronaca e lo ha reso noto in tutta Italia.

Nel 2014 Salvatori ha concluso un’altra creazione: la traduzione in dialetto di Pinocchio in endecasillabi sciolti. Oggi il libro è finalmente in stampa grazie al Comune di Codogno. Si tratterà di un’edizione cartonata accompagnata dalla prefazione del sindaco Francesco Passerini e dall’introduzione scritta dall’assessore alla cultura Maria Rapelli e dalla presidente della commissione biblioteca Giovanna Alquati.

Il progetto editoriale è di Laura Mosconi e Bianca Albanesi e le illustrazioni saranno opera dei ragazzi delle classi dell’Istituto comprensivo codognese.

L’iniziativa fa parte di un progetto più ampio: quello di valorizzazione la lingua lombarda e, nello specifico, il dialetto codognino.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi