Chi era Tunin Lesna?

Chiunque abiti a Codogno conosce la Strada della Mulazzana e vi si è avventurato per qualche passeggiata estiva tra campi e tramonti mozzafiato. Ma quanti di voi conoscono la storia e la tomba del Tunin Lesna?

Il vero nome di questo fantomatico personaggio è in realtà Giacomo Quattri. Si trattava di un giovane contadino talmente piccolo e minuto da essere soprannominato “Lesna” (lesina), come lo strumento utilizzato dal calzolaio per praticare i fori nel tomaio e nella suola.

Il ragazzo, probabilmente affamato, si impossessò di alcune collane della propria balia per rivenderle ma fu immediatamente scoperto e denunciato. Fu così condotto a processo, giudicato colpevole e impiccato a un albero che si trovava sulla strada che conduce alla cascina Montecucco.

Oggi Giacomo Quattri è ricordato da una lapide posizionata accanto al luogo in cui un tempo cresceva l’albero e gli abitanti dei dintorni continuano a narrare la storia del Tunin Lesna a chiunque si domandi chi sia seppellito in quella tomba.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi