Chiesa di S. maria della Neve e la sua nascita.

Venne fondata all’inizio del Seicento dalla Congragazione dell’Annunciata. Il nome le derivò dal fatto che la confraternita era affiliata a quella del Gonfalone in Roma, eretta in S. Maria Maggiore o S. Maria della Neve, dal miracolo che ne avevo promosso la costruzione.

La chiesa subi’ rifacimenti successivi, specie nel 1750, quando fu distrutto l’antico coro che era sistemato in alto nella zona absidale, al di sopra della sacrestia.  L’interno è a navata unica  diviso a cinque campate con volte a crociera. Sulle pareti c’è una decorazione a finti marmi e  stucchi. Di grande interesse  sono alcuni ovati settecenteschi sistemati nella prima campata che raffigurano S. Agata e S. Lucia, S. Marco e S. Giovanni Evangelista, S. Luca e S.Matteo. Oltre all’altare maggiore settecentesco in marmi policromi ne esisteva in passato un secondo, sistemato a metà della chiesa dove ora è la porta di sinistra, con piccola balaustra e nicchia contenente le due statue lignee policrome dell’Angelo Annunciante e della Madonna Annunciata. i due ottimi lavori, di anonimo intagliatore seicentesco, si conservano ancora nelle nicchie sopra le porte laterali

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi