Codogno e i suoi protagonisti musicali degli anni ’60.

Risale al 1958 l’anno in cui un gruppo di cinque gi amici, frequentatori dell’Oratorio di Codogno decis unirsi per tentare l’avventura musicale. Fu il primo complesso della storia musicale Rock di Codogno. Per evitare qualsiasi equivoco sul genere di musica al quale avrebbero assistito coloro che decidevano di andare alle loro esibizioni, si chiamarono i Rockers Boys. Si trattava dei fratelli Aldo ed Emilio Belloni, di Giuseppe Groppi, di Jolando Vittorini e di Pierino Svaldi.

Per alcuni fu una esperienza fine a sè stessa, per Aldo Belloni e Jolando Vittorini l’inizio di una lunga carriera artististica. Aldo Belloni dopo i Rockers Boys fece parte del gruppo degli Jbiu Group, una formazione musicale dei primi anni ’60 di Codogno, successivamente lo si ritroverà nei People, una band di cui fece parte anche Piero Bassini. Dopo alcuni anni, abbandonata la scena musicale, si dedico per molto tempo al Teatro dialettale nella locale compagnia filodrammatrica diretta dal maestro Jafrate.

Per Jolando Vittorini invece, l’esperienza musicale rappresentò una gratificante parentesi esistenziale ricca di riconoscimenti artistici che lo portarono a un passo dal successo nazionale. Dopo la batteria Jolando scoprì che la sua mialiore qualità era il canto e ancora di più l’anticonformistica.

Jolando Vittorini.

La spontanea disinvoltura con la quale riusciva ad esibirsi, simile a quella dei personaggi più famosi dell’epoca. Una delle prime affermazioni canore importanti alle quali Jolando partecipò vincendo il primo premio, fu il concorso nazionale microfono d’oro di Rimini, presentato da Mike Bongiorno. Un’altra manifestazione che lo vide vincitore si svolse proprio nella nostra città. Si trattava di una delle prime rassegne nazionali di voci nuove effettuata presso il Cinema Teatro Nuovo. Poi Jolando partecipò ad altre numerose manifestazioni canore durante le quali ebbe l’occasione d’incontrarsi con artisti non ancora diventati famosi ma che lo diventarono non molto tempo dopo, come nel caso di Caterina Caselli, Adriano Celentano, Giorgio Gaber, Mina e molti altri. Dopo aver superato brillantemente un’audizione venne ingaggiato dal maestro Borella per entrare nell’organico della sua Orchestra. A quel punto decise di lasciare il lavoro di tecnico correttore fotografico, che svolgeva presso uno studio di Milano, per diventare cantante professionista. Sono passati più di cinquant’anni da quando Jolando, impegnato in un’esibizione assieme alla sua Orchestra, vide entrare al Malaraggia di Lodi, noto e raffinato locale da ballo di quegli anni, una giovane e affascinante ragazza, grazie al suo ruolo di cantante estroverso riuscì a farsi notare fino a conquistarla e portarla all’altare.

PMG Pubblicità, Via Verdi 20 Codogno

@riproduzione riservata.





arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi