Codogno ospite a Solagna per il centenario dell’ospitalità

Con la disfatta di Caporetto nel 1917, i cittadini di Solagna ricevettero a dicembre l’ordine di evacuazione: in pochi giorni un intero paese fece i bagagli e dopo una sosta a Milano decise di stabilirsi a Codogno. L’accoglienza fu armonica e proficua dal momento che le cascine circostanti ebbero bisogno di manodopera: la riuscita integrazione è testimoniata dal fatto che nel 1919, al rientro al pese natio, i solagnesi di Codogno erano 1700 e le famiglie ospitate 347, mentre altre 57 si erano stabilite nei paesi vicini.

A cento anni dall’evento, i rapporti tra i due paesi si sono mantenuti e rafforzati; i cittadini di Solagna sono stati ospiti nel mese di novembre a Codogno e ora una delegazione composta in primis dal sindaco Passerini e dal vicesindaco Novati si appresta a ricambiare la visita mercoledì 6 dicembre.

Il programma prevede alle ore 17.30 presso la Biblioteca di Solagna l’inaugurazione della mostra “Frammenti della Grande Guerra: profughi e soldati” a cura di Anna Andolfatto e Federica Vivian, con le sculture di schegge di Francesco Todesco, da poco scomparso e con un video di Giorgio Pelizzer.

Alle ore 18 nella chiesa arcipretale di Santa Giustina avverrà la commemorazione del centenario dell’ospitalità.

Alle ore 20.45 presso il cinema teatro Valbrenta andrà in scena “Erano come naufraghi”, spettacolo della compagnia La Piccionaia, anticipato da un’introduzione storica.

L’8 dicembre, infine, gli abitanti della città di Solagna attraverso scene con abiti d’epoca, tra le 15.30 e le 18.30, rievocheranno i momenti più intensi del profugato.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi