Esposizioni nei caffè: a Codogno l’arte evade dalle gallerie

A Codogno l’arte esce dai luoghi canonici di esposizione per presentarsi alle persone in un contatto più intimo e diretto, in luoghi simbolo di incontro: caffè e ristoranti. Lo scopo è quello di divertire e sensibilizzare ma senza pedanteria, in un incontro amichevole, inaspettato e piacevole con la gente.

Al bar Coffee Break di via Roma 53, l’ ACAV -associazione culturale per le arti visive- espone le opere dei propri artisti, due a rotazione bimestrale per il totale dei soci, che sono 32. Andrea Baldi e Maria Rosa Gavardi esporrano le proprie opere fino a Marzo, quando sarà il turno di Lidia Perotti e Camilla Rota Rap, che a loro volta dopo due mesi lasceranno il posto ad altri due soci.

Allo Smart Cafè di via  Dante 25, Martina Busca presenta il suo progetto “Arte dì per dì”, in cui i 12 mesi dell’anno vengono celebrati con caricature e ritratti ironici dei maggiori artisi del passato, in base al loro mese di nascita: Cezanne, Renoir, Van Gogh, Gauguin, Frida Kahlo, Caravaggio, Picasso, Magritte, Munch, Leonardo, Dalì e Warhol.

Infine al ristorante pizzeria Nord-Est di viale Manzoni 19 saranno esposte le opere dell’artista Roberto Scarioni di Casalpusterlengo, noto per la tecnica dell’uso della forchetta da cucina al posto di pennelli e spatole. In onore dell’evento, Sergio, titolare del locale, ha realizzato un piatto dedicato proprio alle opere dell’artista: una tartare di salmone, con spuma di yogurt, per un piatto gustoso che punti anche all’estetica.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi