Il grande baseball a Codogno con Italia-Olanda

Chiusura domenica a Codogno per le European Baseball Series. L’iniziativa, nata nel 2005 (con prima edizione nel 2006, ndr) e che mette di fronte Italia e Olanda, vedrà due tra le nazionali più forti del panorama europeo affrontarsi in tre incontri consecutivi tra venerdì e domenica. Dopo le tappe di Verona, venerdì, e Godo, sabato, domenica sarà la volta di Codogno per quella che si spera sia la bella della serie. Ieri sera nella nuovissima sala San Giovanni Paolo II de Il Samaritano è stato presentato l’evento che calamiterà tantissimo pubblico, sono già più di 200 i biglietti venduti anche a gruppi provenienti da altre regioni, sul diamante di viale Resistenza. <<Non posso che ringraziare il Codogno Baseball per lo sforzo. Sicuramente la federazione ha scelto Codogno per gli ottimi impianti mantenuti con passione e voglia dalla società>> ha ricordato in apertura il sindaco Francesco Passerini. <<Per me è motivo di grande gioia e successo avere qui per la terza volta la nazionale. Sono onorato di essere presidente di questa società da ben 13 anni. Chiudiamo al meglio l’anno del 50esimo con questo grande evento e la promozione in A>> ha invece spiegato il presidente Marco Bacciocchi. L’evento è organizzato come detto dal Codogno Baseball ’67, con patrocinio di Comune, Regione Lombardia e contributo di Fondazione Bpl Lodi. <<Abbiamo investito sin da subito su di voi e abbiamo fatto bene – ha commentato il segretario della Fondazione Ezio Rana -. Portate in campo i sani valori dello sport e noi saremo sempre al vostro fianco>>. Autorità locali e lodigiane ma non solo presenti ieri. Tra loro anche il vicepresidente Fibs Gigi Mignola. <<Con questo evento si inizia il cammino d’avvicinamento alle qualificazioni per Tokyo 2020 – ha ricordato -. Avremo un gruppo sperimentale così come quello dell’Olanda>>. Formazione Oranje che è campione europea in carica e che, come ha ammesso il responsabile marketing e comunicazione della Fibs Marco Landi, <<si presenterà con una vera squadra. Ci sono giocatori d’esperienza ma anche giovani in rampa di lancio, tutti che hanno disputato l’ultimo campionato olandese conclusosi la scorsa settimana, tranne tre giocatori che militano in formazioni americane e tedesche>>. A spiegare invece lo stato di salute dell’Italia era presente il bench coach, e manager dell’Under 18, John Cortese. <<Abbiamo una squadra giovane che con il manager (Gilberto Gilari, ndr) in questi giorni si sta preparando bene alla partita. Si sta già creando una grande chimica. Ci sono dei giocatori in roster under18 che però giocano con la testa di over 20. Stiamo preparando anche diverse situazioni di gioco che possono tornare utili: gli olandesi sono fermi da una sola settimana, mentre in Italia da quasi un mese. Le Series ci permetteranno di capire a che punto siamo e cosa ci manca ancora per crescere>>. Ultimo atto delle Series che non consisterà solamente nel match in programma alle 15. Per tutta la mattinata infatti ci saranno eventi correlati con la Fanfara dei Bersaglieri “Magg. Pietro Triboldi” di Cremona che sfilerà per le vie della città prima di arrivare alle 14.20 allo stadio, dove dal mattino sarà allestito il tunnel mobile per provare gratuitamente alcune battute.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi