Il progetto: una piscina riabilitativa per i disordini motori

Il progetto è stato presentato sabato scorso da Luigi Faliva, presidente dell’associazione Velando alla cena di beneficenza per lo spettacolo “Up&Down” con Paolo Ruffini presso la cooperativa Amicizia: l’idea è quella di creare una piscina riabilitativa terapeutica con acqua riscaldata e sollevatori, dove le persone affette da tetraparesi spastica ed altri disordini motori saranno affiancate da fisioterapisti specializzati e potranno svolgere esercizi che migliorano il coordinamento. L’obiettivo è portare a compimento l’impresa entro tre anni e quindi ci saranno altri eventi e manifestazioni a scopo benefico -tra cui una lotteria con in palio un’utilitaria- per raggiungere la cifra importante di 400 mila euro.

All’evento di sabato sera erano presenti il presidente della coop Amicizia Mario Perotti e la responsabile Monica Giorgis, ma anche il sindaco Francesco Passerini, il vicesindaco Raffaella Novati, l’assessore Severino Giovannini e i consiglieri Gianni Donati e Luigi Bassi, imprenditori, artigiani e professionisti, in prima linea nel sostenere l’iniziativa.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi