La Chiesa di S. Maria delle Grazie ( o dei Frati)

La chiesa con l’annesso convento venne fondata nel 1620 per volontà del Cardinale Teodoro Trivulzio che intendeva ospitarvi una comunità di frascescani riformati.

E’ preceduta da una piazza con portico su colonne costruito verso la fine del Settecento dal capomastro Carlo Francesco Monticelli. Pietro Antonio Magatti aveva affrescato la Via Crucis in quattordici cappellette, perduti a causa dell’umidità e sostituiti da un ciclo moderno del pittore Muzio. La facciata della chiesa è molto semplice, a capanna.

L’interno è a una sola grande navata con cappelle laterali comunicanti, chiuse verso l’aula da restrelliere in legno. Sotto la mensa degli altari, compreso quello maggiore, si conservano sei pannelli intagliati a tutto tondo con Storie di Cristo, ad opera di fra’ Antonio e fra’ Francesco Antonio da Sirone che li eseguirono nel 1682.

La scultura dei due frati, incisa e realistica, si qualifica per l’appartenenza al filone barocco e raggiunge esiti molto alti sia in alcune scene a soggetto narrativo, come la Natività della Vergine, che in quelle  più drammatiche come la Deposizione.

Sulla contraffacciata, a sinistra,  c’è la tela seicentesca con Cristo crpcifisso e santi dell’ordine francescano, La tela era collocata in origine sull’altare della seconda cappella a destra e venne fatta dipingere a Milano da Bernardino Dragoni, sindaco del convento.

Nel presbiterio si conserva ancora il grande apparato ligneo settecentesco dell’altare e dei due passaggi al coro. Nell’abside, molto allungato per contenervi fino a quaranta frati, si trovano molti dipinti seicenteschi, fra cui i maggiori sono La cena in casa di Levi e il Miracolo di Cana.

@riproduzione riservata

 

 

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi