La Triulza e i soldi dei tedeschi bruciati.

Racconto questa storia cosi come mi è stata riportata.

Durante la guerra, nella Cascina Porta vi era un presidio tedesco; nei tragici e convulsi momenti seguiti alla Liberazione, prima di lasciare Triulza, i militari bruciarono numerose banconote ( probabilmente delle lire di carta o dei soldi tedeschi), nello spazio antistante a quella che era la stalletta dei cavalli ( dove oggi sono ubicati i silos).

Il ” focherello” non passò inosservato fra gli abitanti della Triulza, i quali appena i tedeschi si furono allontanati, corsero a vedere il falò. Si narra che molti di loro riuscirono a recuperare qualcuna di queste banconote e andarono in Banca per farsele cambiare, cosa che avvenne regolarmente. Solo qualche giorno dopo, alla presentazione di banconote particolarmente bruciacchiate, la banca rifiutò il cambio.

Chi furono i beneficiari di questo ritrovamento? Non si sa, gli ammiccamenti e le segnalazioni furono tante ma mai nessuno ammise di essersi avvantaggiato dall’evento.

Racconto tratto dal libro ” La Triulsa” di Giuditta Boffelli, la quale mi ha concesso la ripubblicazione.

@riproduzione riservata.

Disclosure: We are a professional review site that receives compensation from the companies whose products we review. We tested and reviewed the web hosting sites ranked here. We are independently owned and the opinions expressed here are our own.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi