La Triulza oggi.

Oggi Triulza, insieme al Polo industriale abitanti. La frazione è circondata, ormai quasi dai canannoni della zona industriale. Questa nu è stata avviata negli anni ’70, quando il c Codogno modificò il piano regolatore e trasforma allora a vocazione agricola a industriali. Fu cosi ch piano la campagna lasciò il posto all’urbaniz? cancellando i campi in cui tanti contadini hanno lavo per una vita intera. Anche mio padre, tra questi, trascorse 1 sua vita fra il lavoro nei campi e quello nelle stalle, quando ancora non esistevano le moderne attrezzature e il lavoro era frutto di vero sacrificio: le vacche erano munte manualmente una per una, i campi venivano arati con l’aiuto dei buoi, la semina e la mietitura erano fatte a mano. Gli uomini tagliavano l’erba a mano, la caricavano sui carri e la portavano in cascina, dove veniva fatta essiccare sull’aia. La giornata lavorativa d’estate iniziava alle 5 del mattino e terminava al tramonto. Quando iniziarono i lavori per la costruzione dei primi capannoni, mio padre, persona semplice, ma saggia, ne soffrì molto e le sue parole furono: “Il progresso è regresso, quando i politici si renderanno conto di aver distrutto parte della Pianura Padana, zona fertile e produttiva, sarà troppo tardi, perchè tutto quello che noi mangiamo, deriva dalla terra.

Anche a Triulza  , che pure ha mantenuto la sua identità di paese le cose sono cambiate: c’è stata una cazione un’importante riqualificazione edilizia ed un incremento abitativo, nella zona che fiancheggia le vecchie scuole ed in fondo alla via Grande.

Questo a dimostrazione che i Triulzini amano il paese e cercano di mantenerlo in buone condizioni di salute.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi