L’amore tra figlia e madre.

Un giorno, all’improvviso mentre mi starò pettinando, in silenzio o mentre mi infilerò una calza mi verrà in mente un tuo gesto e mi ritroverò a sorridere pensandoti.

Un giorno, all’improvviso pedalando veloce per la strada di una calda giornata di settembre sentirò un odore arrivarmi al naso e risvegliare un ricordo di mestoli e tegami e ti vedrò davanti ai fornelli, per un attimo.

Un giorno, all’improvviso farò qualcosa che facevi anche tu proprio allo stesso modo in cui la facevi tu
e me ne meraviglierò moltissimo perché non avrei mai pensato di poterti somigliare così tanto.

Un giorno, all’improvviso mi guarderò il dorso delle mani e conterò le macchie indelebili del sole pensando a quando lo facevo alle tue mani.

Un giorno, all’improvviso mi ritroverò affranta, ad abbracciare un cuscino a chiederti scusa per le volte che ti ho fatto piangere sapendo già che mi son state tutte perdonate.

E mi mancherai da fare male ma sarai con me in ogni gesto o nel muoversi delle foglie nel frusciare di un gatto nel giardino o nelle orme di un pettirosso sulla neve come solo l’eterna presenza di una madre può.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi