” Pino-Moretto” e una ” Scala per il Paradiso”

 

Fate partire canzone e poi pensate ai vostri ricordi avuti con Pino.

Mentre percorro il vialetto che mi sta portando  nella camera mortuaria , nella mie cuffiette  parte la canzone dei led zeppelin “ stairway to heaven”.  Il testo della canzone come lo vedo io, pensando a te:

Il testo  parla  di due diversi atteggiamenti di fronte all’ipotesi di una vita ultraterrena dopo la morte.
C’è questa signora ricca e potente, che per questo ha tutti ai suoi ordini ed arriva alla presunzione di poter comprare ‘una scala per il paradiso’;  vuole anche tutte le garanzie del caso e il mio spirito non vede l’ora di andare a ovest -ovvero, di ‘tramontare’ come fa il sole a ovest, di morire- ; ho avuto delle visioni di tanta gente, di anelli di fumo, di alberi…e se tutti noi intoneremo la melodia giusta, prima o poi il pifferaio ci condurrà verso la ragione, le foreste echeggeranno di risate  (io questo pifferaio lo vedo come un traghettatore di anime verso l’aldilà!). Io in questa metamorfosi vedo te che segui il pifferaio e ti volti per rassicurare la tua famiglia che saranno sempre protetti da te.

Arrivo a destinazione e noto subito il tuo feretro addobbato con le sciarpe del Milan. Saluto tua moglie Barbara che molto cordialmente mi ringrazia per aver divulgato la tua scomparsa. Avrei preferito divulgare altre notizie ma che ci vuoi fare Pino? Questa purtroppo è la vita. È  una ruota che gira inesorabilmente. Non c’è via di fuga per nessuno. Non accetto e non accetteresti nemmeno tu i soliti discorsi che ad andarsene sono i migliori. Balle!!! Sono sempre le solite frasi che la gente fa uscire dalla sua bocca tanto per farsi “belle e cordiali” Saresti d’accordo con il mio pensiero al 100%. Si muore perché è un meccanismo vitale. Mi sono seduto vicino a tua moglie e ai tuoi figli  e raccontavano del tuo volere di morire tra le tue mura, insieme alla tua famiglia. Abitiamo da qualche anno a pochi metri di distanza e penso di essere stata la seconda persona ad avere saputo della tua scomparsa. Sai chi mi ha avvisato? Il nostro amico gobbo Flavio che alle 6,30 mi ha mandato un messaggio informandomi.  Dopo il primo attimo di confusione mentale, ho deciso di scrivere poche righe per informare i tuoi amici e conoscenti della tua prematura scomparsa. Ho ancora con me la tua maglietta che dovevo consegnarti del mio sito. Era personalizzata, di colore nero, con il lupo. E’ ancora a casa mia e la terrò  gelosamente custodita. Perché come  dicevo ieri, tu eri un guerriero vero. Un guerriero con un carattere particolare a volte rude, spesso scontroso, spesso ti giudicavano arrogante, cinico ma in poche persone ti conoscevano veramente… solo quelle che volevi tu. Per chi ti conosceva realmente eri un’anima pura, una persona che si spaccava la schiena per la sua famiglia.

Ho saputo che i funerali dovevano essere celebrati oggi e invece i tuoi “ fratelli rossoneri” di Milano hanno chiesto se si potesse celebrare domani essendo festa a Milano. Domani penso che ci sarà uno dei cortei più intensi e affollati, con cori da stadio, con la sciarpata come facevi nella fossa dei leoni nella tua curva, per la tua squadra. Sono sicuro che da dentro la tua bara, sarai emozionato per l’effetto affetto. Perché tu non sei in quella bara, tu sei in ogni persona che ti ha conosciuto e tornerai a casa con loro. Salutami Seb,  Oreste, Fabio, Enrico, Michele, Nicola, Filippo, Paola, Emiliana, Giorgio, Luca e devi dire a loro  che un  giorno ci rivedremo.

Buon viaggio dal tuo amico juventino!!!

Il Corteo partirà dal Columbus in Via Carducci per proseguire fino alla Chiesa Don Bosco.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi