L’esame che “fa a fette” il tumore per trovarlo prima potrebbe arrivare all’ ospedale di Codogno definitivamente, attraverso una raccolta fondi e la partecipazione ad un bando; l’importanza dello strumento, che prima era solo in prova, consiste nell’aumentata capacità di trovare tumori piccoli e nella riduzione della risonanza e dell’ecografia. Si tratterebbe di aggiornare il mammografo per un investimento di 40 mila euro.