Una farfalla in chiesa

Ehi Ciao Pino, eri tu la farfalla vero?
Sono arrivato alle ore 9 nei pressi della Chiesa, la temperatura era veramente bassa, si gelava, non aveva ancora fatto cosi freddo a Codogno, 

Un silenzio assordante tutto intorno. Piano piano è arrivata gente Pino. Erano li tutti per te.  Ho conosciuto iL TUO GRUPPO, ragazzi con i quali ho capito che avete un rapporto speciale, come se tu fossi il loro fratello maggiore.”

I tuoi ” Fratelli Rossoneri” ti hanno preso in spalla e portato fino in Chiesa, ti hanno accompagnato con il loro calore per farti capire che loro ci sono e  saranno sempre con te. Stavo riprendendo l’omelia quando improvvisamente dalla corona dei fiori appoggiata  sulla tua bara, una farfalla nera è apparsa. Non ti ho ripreso e mi spiace molto ma non l’ho fatto perchè sono rimasto incantato nella visione che i miei occhi stavano guardando. Una farfalla a dicembre è quasi impossibile nel vederla, figuriamoci nera. Io lo so che eri tu, tutte le persone che ti hanno visto sanno che eri tu. Tua moglie Barbara successivamente mi ha detto che si è appoggiata su tuo figlio Marco per poi sparire nel nulla.  Un’apparizione come per far capire che tu sei e sarai sempre accanto ai tuoi figli e alla tua famiglia. C’e chi leggerà questo mio pensiero e mi darà del matto ma a me non importa, chi non ha vissuto la visione della farfalla non potrà capire.

Finita l’omelia c’è stato un momento veramente toccante: il Tuo Fratello Rossonero Dario del Gruppo Transenna  ha letto una bellissima lettera, per far capire tutto il loro amore nei tuoi confronti. All’uscita della Chiesa li hai sentiti i cori che ti hanno dedicato?  Non si erano mai visti a Codogno…

Un abbraccio Pino da tutte le persone che ti hanno conosciuto.

Eric.

@riproduzione riservata.

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Discussion

  1. Antonella

    Eric bel commento complimenti, semplice ma incisivo e toccante almeno per me.

    1. Cudogn e la so Gent

      Grazie Signora Antonella Beretta. Mi fa piacere il suo complimento.



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi