Una pazza, pazza domenica nel girone Est

Non sono mancate le sorprese nella seconda giornata di ritorno del girone Est di A2. Oltre alla vittoria dell’Assigeco contro Verona, di cui si parlerà più dettagliatamente, ci sono stati diversi risultati a dir poco impensabili. Uno su tutti, la larga vittoria di Jesi su Bologna. Il match nelle Marche si è concluso col risultato di 84-61 in favore dei padroni di casa. Autore di una grande partita l’ex Assigeco Hasbrouck autore di 26 punti in 32 minuti. Grande prova anche del folletto Marquis Green, alla Reyer Venezia fino alla scorsa settimana, con 6 punti e ben 8 assist in 31 minuti. Giornata storta invece per Bologna, orfana di Mancinelli, con un Legion da soli 9 punti e 4/14 dal campo. Cade incredibilmente, per la terza volta in stagione, la capolista Trieste che cede di 2 punti, 78-76, a Forlì. In una pazza partita, i padroni di casa recuperano da -10 trascinati da un grande Naimy che nell’ultimo periodo non sbaglia nulla chiudendo con 18 punti. Serata storta invece per i friulani che rimangono però in testa alla classifica con 4 punti. Distanza a cui sarebbe potuta giungere anche Ravenna. Ma anche qui c’è stata una sorpresa, perché ad Orzinuovi a passare sono proprio i padroni di casa grazie al 79-64 finale. A guidare i bresciani è Raffa autore di 27 punti (10/16 con 5/6 da due). Al secondo posto con Bologna quindi adesso c’è solamente Montegranaro che a Roseto non sbaglia e batte 85-91 gli Sharks. Da segnalare per Montegranaro la grande prova di Campogrande, Powell e Corbett, autori rispettivamente di 21, 26 e 24 punti, unici giocatori ad andare in doppia cifra. Termina invece 70-60 il big match di giornata tra Udine e Mantova. I friulani portano a casa due punti dopo una bella partita nonostante il punteggio basso, con le due squadre autrici di almeno venti punti solamente nel secondo periodo. Di questi 70 punti, 21 per Udine li mette a segno Dykes che ne timbra 21, con Raspino, altro ex Assigeco, unico altro in doppia cifra con 10. Va a Ferrara invece lo scontro playoff con Imola. I padroni di casa vincono 76-65 e agganciano gli emiliani in classifica conquistando la nona posizione con 16 punti. Una prova corale quella di Ferrara, con quattro giocatori in doppia cifra, il migliore Rush con 19, mentre a Imola non bastano i 22 Alviti per evitare la sconfitta. Prima di tutti questi risultati sorprendenti però, sabato si è giocato l’anticipo tra Bergamo e Treviso. A trionfare sono stati proprio i veneti, ora ottavi in solitaria con 18 punti. Ma Bergamo, penultima a quota 6, non ha demeritato nonostante il 70-84 finale. Grande prova per la TVB di Brown con 26 punti e 7 rimbalzi alla sirena.

17esima giorna Serie A2 girone Est: Bergamo-Treviso 70-84; Piacenza-Verona 75-70; Roseto-Montegranaro 85-91; Forlì-Trieste 78-76; Ferrara-Imola 76-65; Jesi-Bologna 84-61; Orzinuovi-Ravenna 79-64; Udine-Mantova 70-60

Classifica: Trieste 28; Montegranaro e Bologna 24; Udine e Ravenna 22; Verona e Mantova 20; Treviso 18; Ferrara, Jesi e Imola 16; Forlì e Piacenza 14; Orzinuovi 8; Bergamo 6; Roseto 4

Join the Discussion

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *



arrow
css.php

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi